Frozen – Il Regno di Ghiaccio
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...
Categoria:
Programmazione

Orario: venerdì 24, sabato 25 e domenica 26: ore 21
Prezzo: Interi: euro 6,00 – Ridotti: euro 5,00
Regia di Chris Buck, Jennifer Lee
Con la partecipazione di
Genere: Animazione, Avventura
Informazioni: Data di uscita: 19-12-2013

In seguito ad un casuale incidente, la giovane Elsa perde il controllo sui propri poteri e così, diventata regina alla morte del genitore, non può impedire che il regno di Arendelle si trasformi in un gelido ed eterno inverno. Elsa allora scompare e Anna, lo sorella più piccola, comincia con caparbietà a cercarla. Ad accompagnarla in un viaggio tra ghiacci e gelo ci sono Kristoff, un rude montanaro con la fedele renna Sven, e Olaf, un buffo pupazzo di neve con un carota al posto del naso. Dopo innumerevoli disavventure,le due sorelle si ritrovano e riescono a riconciliarsi.

Unitasi alla Pixar di John Lasseter, la Walt Disney ritrova un grande smalto e una notevole unità di intenti. Ispirato ad un favola di Hans Christian Andersen, il copione ha tutti i tratti dell’apologo morale ma sarebbe rimasto probabilmente alquanto sotto tono senza la forza acquistata in fase espressiva e di composizione dell’immagine. Fin dall’inizio cresce la capacità dinamica dei personaggi, sprizzano vivacità la dinamica facciale e muscolare, e l’epico viaggio dentro i ghiacci ha il sapore di un esame di compiere con se stessi per vincere paure, chiarire le idee, superare pregiudizi. L’idea decisiva è forse quella degli spazi: dentro il palazzo reale, si corre e ci si perde; fuori si cammina a testa bassa dentro gli elementi naturali in un confronto continuo con vastita paesaggistiche a perdita d’occhio. Spazio vuon dire respirare, cambiare, muoversi, vivere nella vita ‘vera’. "Frozen" sembra vero, tanto la fiaba è vitale, densa di gioie e dolore. Carico di una bellezza tanto semplice quanto coinvolgente, il film ha toni accattivanti, emozionanti, lirici. Dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile, e nell’insieme poetico.

Commenti chiusi.